“Tracce”, si prosegue con i Grimoon

0
99

Con il 2018 torna l’appuntamento con la kermesse musicale Tracce, organizzata dall’associazione Bucolica con il patrocinio del Comune di Terracina. Una rassegna culturale urbana, che mescola percorsi artistici e sonori alla ricerca della compenetrazione tra suono e spazio. Come nelle precedenti edizioni, artisti italiani e stranieri si esibiranno in spazi urbani scelti, offrendo al pubblico il giusto mood per godere di arte e musica.

Tracce: lasciarle è una grande ambizione, ma anche una grande responsabilità. Non si cancellano, suggeriscono percorsi, raccontano una cultura, identificano una società. Tracce sonore, tracce sociali, tracce storiche ma anche emozionali. Raccoglierle tutte è l’obiettivo di questa rassegna musicale che attraversa l’estate di Terracina invitando il pubblico a raccogliersi intorno ai luoghi più suggestivi e ricchi di significato. Piccoli e preziosi indizi sonori guideranno, di volta in volta, il passante in un posto diverso. Sarà la “traccia” di quel giorno.

Musica, storia e bellezze artistiche sono gli ingredienti utilizzati per valorizzare, attraverso un’attenta selezione musicale, il patrimonio urbano, monumentale e umano contenuto in una dimensione ridotta che però nasconde mille segreti e porta in dote altrettante ricchezze. Se di tutto questo sarà possibile lasciare traccia – sapori, suoni, odori, forme – sarà solo perché la musica, da sempre, è il miglior veicolo per trasformare il tempo in spazio: il miglior veicolo con cui una città si racconta.

 

Prosegue l’appuntamento con la rassegna musicale: venerdì 25 maggio 2018, dalle ore 22 presso la Biblioteca Comunale “A. Olivetti”, di scena un sodalizio italo-francese. IGrimoon, duo formato da Alberto Stevanato e Solenn Le Marchand, progetto per musica e video.

Il duo ha da sempre abbinato alla musica dei cortometraggi. Per la kermesse culturale Il Maggio dei Libri suoneranno “Vers La Lune”, filmato che è il loro sguardo al cinema d’avanguardia del Novecento, riferimento a “Voyage Dans La Lune” di Georges Méliès.

Un’esperienza sensoriale che conta 50mila fotogrammi, tra psichedelia, animazione e fantascienza vintage.

Dalla loro bio apprendiamo che sono quattro gli album all’attivo: La lanterne magique (2006), Les 7 vies du chat (2008), Super 8 (2010), Le déserteur (2012), collaborando con produttori quali Giovanni Ferrario (Scisma, PJ Harvey, John Parish) e Pall Jenkins (The Black Heart Procession). In totale i Grimoon hanno dato vita ad una quarantina di corti e si sono anche avvicinati al lungometraggio, realizzando i film “La Lanterne Magique” (2006) e “Neera” (2010).

Solenn e Alberto hanno anche dato vita ad uno studio cinematografico di animazione chiamato “FrameByFrame”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.